Saturday, December 13, 2008

"In palestra per l'esame" - Capitolo 10 (già chiuso)

Il capitolo 10 è sulla leadership.
Commentate le seguenti parole pronunciate dall'AD di Fiat Group Automobiles Sergio Marchionne in occasione del conferimento della laurea honoris causa a Cassino nel 2007.

...Anche la Fiat deve i propri risultati a una profonda trasformazione culturale fondata sulla ridefinizione del concetto di Leadership, che poggia su cinque pilastri fondamentali.
Il primo è che siamo una meritocrazia. Si tratta di un principio chiaro e riconosciuto a tutti i livelli. Il diritto a guidare l’azienda è un privilegio e come tale è concesso soltanto a coloro che dimostrano di essere leader e che producono risultati concreti in termini di prestazioni di business. La scelta di queste persone è compiuta attraverso una valutazione approfondita delle loro qualità di leadership. La leadership è insieme la capacità di gestire il cambiamento e di guidare le persone e rappresenta il secondo elemento chiave della nuova filosofia della Fiat: il cambiamento è indispensabile e ricco di opportunità e i veri leader hanno una straordinaria capacità di gestire e far crescere le persone...
A quale concetto di leadership il dottor Marchionne si riferisce? Quali sono i fondamenti teorici del concetto di leadership da Lui richiamato?
-----
Di vario taglio i tre commenti riportati. Di seguito la word cloud. Anche in questo caso, è stato molto limitato il coinvolgimento degli studenti. Si consiglia di riprendere lo studio del capitolo. Quella cui fa riferimento Marchionne, nel suo discorso, è una leadership di tipo transformational.

3 comments:

M.Fiamingo said...

Penso faccia riferimento alla Leadership Transazionale,visto che parla di meritocrazia e "Il diritto a guidare l’azienda è un privilegio e come tale è concesso soltanto a coloro che dimostrano di essere leader e che producono risultati concreti in termini di prestazioni di business."
Ciò significa che solo coloro che raggiungono grandi risultati verranno ricompensati attraverso una leadership formale.
Se la mia scelta è corretta,questo tipo di leadership fa appunto riferimento al sistema di ricompense,all'intervento del leader nei casi di incongruenza tra obiettivi e risultati intermedi,e all'utilizzo dello stile laissez-faire,responsabilizzando i collaboratori.
In questo tipo di leadership,il leader e i collaboratori sono quindi agenti di negoziazione,che trattano per massimizzare la propria posizione lavorativa. Attraverso il sistema delle ricompense (che fungono da rinforzi),tanto più queste saranno desiderate dai collaboratori,tanto più questi saranno motivati a raggiungere gli obiettivi.

vale.loria said...

Secondo me il riferimento è alla leadership trasformazionale.Cito dal testo :"La leadership è insieme la capacità di gestire il cambiamento e di guidare le persone" e inoltre "...i veri leader hanno una straordinaria capacità di gestire e far crescere le persone...".Cioè Marchionne enfatizza il ruolo di guida,supporto,mentore del leader nei confronti dei followers per movivarli e guidarli verso il cambiamento.E proprio qui sta la difficoltà: per gestire il cambiamento e aiutare le persone ad adattarvisi e ad accettarlo ci vuole una figura con un grande potere di persuazione,un potere carismatico,che è la massima espressione della leadeership trasformazionale.Il potere del leader deriva dall'esperienza,dai risultati raggiunti in termini di performance che lo legittimano nel suo ruolo,attraverso il meccanismo della meritocrazia.

Mariagrazia Ragusa said...

Sinceramente leggendo questo testo mi sono venute in mente le teorie del risultato. La frase a sostegno della mia affermazione è questa: " Il diritto a guidare l’azienda è un privilegio e come tale è concesso soltanto a coloro che dimostrano di essere leader e che producono risultati concreti in termini di prestazioni di business". L'importanza sta nei risultati, non nei valori o nel carattere, e i caratteri della leadership vengono collegati ai risultati. Secondo queste teorie, i criteri per giudicare se un leader può raggiungere i risultati prefissati sono: l'equilibrio (se i risultati sono equilibrati alle dimensioni di performance organizzativa), la strategicità ( se i risultati sono collegati alla strategia di impresa), la durata degli obiettivi e al selfless (cioè se i risultati sostengono l'intera organizzazione e non solo gli interessi del leader).
Chiedo scusa a tutti, qualora avessi detto un'eresia...